GRANDE NOVITA

Da oggi puoi prenotare online i tuoi prodotti e pagarli direttamente in negozio!

Scegli il negozio più vicino
Prenota & Ritira in negozio Scegli il tuo preferito

1 Scegli e prenota i tuoi prodotti online

2 Ritirali e pagali nel negozio che preferisci!

3 Ritira nel negozio che hai scelto in 2 ore!

0
Totale (IVA incl.) 0,00 Totale VIP CLUB 0,00

Ultimi prodotti aggiunti

Nessun prodotto nel carrello.

Prenota & Ritira in negozio Scegli il tuo preferito

1 Scegli e prenota i tuoi prodotti online

2 Ritirali e pagali nel negozio che preferisci!

3 Ritira nel negozio che hai scelto in 2 ore!

Ultimi prodotti aggiunti

Nessun prodotto nel carrello.

Prenota e Raccogli
1 SCEGLI IL NEGOZIO
2 PRENOTA I PRODOTTI
3 RITIRALI IN 2 ORE

    Febbre: abbassarla sempre o lasciarla sfogare?

    Il termometro sale e spesso ci si fa prendere dal panico, soprattutto se il bimbo è ancora piccolo.

    Febbre: abbassarla sempre o lasciarla sfogare?

    Il piccolo è malato: occhi lucidi, tanto sonno e, soprattutto, quella fronte che scotta. È normale che ci si preoccupi, soprattutto se il bambino è ancora piccolo e non sa esplicitare i suoi bisogni.

    Importante non perdere la calma, però, e soprattutto ricorda che la febbre è un segnale positivo, perché indica che l’organismo del tuo piccolo sta reagendo a un’infezione in corso.

    Bisogna tenerla sotto controllo, senza che si alzi troppo: misuragliela sotto l’ascella (temperatura esterna), se è già più grande, o per via rettale (temperatura interna), se molto piccolo (in quest’ultimo caso però devi scalare 0,5° alla temperatura che leggi sul termometro).

     Solo se la febbre supera i 38° effettivi, cioè di temperatura esterna, il pediatra ti consiglierà di dare al tuo piccolo un antipiretico. Se invece è più bassa, è consigliabile attendere e lasciar “sfogare” la febbre. In ogni caso, quando la temperatura è alta, avvisa sempre il pediatra che saprà valutare, caso per caso, perché è insorta la febbre e quindi ti consiglierà i rimedi più adatti.