GRANDE NOVITA

Da oggi puoi prenotare online i tuoi prodotti e pagarli direttamente in negozio!

Scegli il negozio più vicino
Prenota & Ritira in negozio Scegli il tuo preferito

1 Scegli e prenota i tuoi prodotti online

2 Ritirali e pagali nel negozio che preferisci!

3 Ritira nel negozio che hai scelto in 2 ore!

0
Totale (IVA incl.) 0,00 Totale VIP CLUB 0,00
Ultimi prodotti aggiunti

Nessun prodotto nel carrello.

Prenota & Ritira in negozio Scegli il tuo preferito

1 Scegli e prenota i tuoi prodotti online

2 Ritirali e pagali nel negozio che preferisci!

3 Ritira nel negozio che hai scelto in 2 ore!

Ultimi prodotti aggiunti

Nessun prodotto nel carrello.

Prenota e Raccogli
1 SCEGLI IL NEGOZIO
2 PRENOTA I PRODOTTI
3 RITIRALI IN 2 ORE

Episiotomia: sempre?

Un piccolo taglio serve ad agevolare l’uscita del bebè dal canale del parto.

Episiotomia: sempre?

In realtà si tratta solo di una piccola incisione di circa 4-6 centimetri praticata, con forbici particolari, in corrispondenza del perineo (la zona muscolare compresa tra ano e vagina). Serve ad allargare l’apertura vaginale in moda da facilitare l’uscita del bebè nelle fasi finali del parto ed evitare di lacerare i tessuti della mamma. Dopo la nascita del piccolo e il successivo secondamento (cioè l’espulsione della placenta e degli annessi fetali), la zona viene accuratamente pulita e disinfettata, in modo da permettere al ginecologo di applicare i punti di sutura. Questi sono di tipo riassorbibile e non richiederanno quindi di recarsi di nuovo in ospedale dopo il parto per farseli togliere.

L’episiotomia viene effettuata ormai di routine e la mamma spesso non se ne accorge nemmeno, presa dalle contrazioni del travaglio.

La ferita non ha controindicazioni e di solito non crea troppi fastidi.

È necessario però qualche accorgimento dopo il parto: